Centroluce presenta il nuovo, grande punto vendita, 3 volte più grande

Qualcosa è cambiato. Centroluce presenta il nuovo, grande punto vendita, 3 volte più grande. La luce guarda avanti, ma con immutata vanità.

Al numero 21 di via Gramsci a Gravina di Catania nasce il nuovo tempio dell'illuminazione d'autore, un grande showroom dove la luce si esibisce come su una passerella. Progettato su due piani, Centroluce mette in mostra un'eleganza discreta.

Una bella pagina del saper fare made in Italy, che ha sempre saputo conservare e difendere la qualità con grande consapevolezza.

Centroluce festeggia così i suoi 36 anni vissuti con la luce. La storia di questo marchio ha inizio nel 1977, al numero 42 di via Gramsci, dove nasce con la vendita di lampadari di marca per la decorazione d'interni. Un brand che si aggiorna costantemente, e che sa rinnovarsi per affrontare le nuove sfide del mercato in evoluzione. Ed è proprio la capacità di sapersi rinnovare, senza mai perdere quello stile tradizionale che lo contraddistingue, ad aver fatto del marchio un attore importante nel panorama della luce.

Oggi Centroluce ha avviato un processo di restyling radicale, ampliando l'esposizione e confermando la sua attitudine all'evoluzione, con percorsi e itinerari che vanno dalla conferma di una nota classicità, alla scoperta di forme e materiali innovativi.

Nei 700 metri quadrati di esposizione, la luce da spazio a sofisticate fantasie luminose.

Vestiti da Swarovski, i nuovi faretti a led in cristallo si esibiscono come star sul tappeto rosso.

L'illuminazione contemporanea propone le ultime novità del light design. Da De Majo ad A V Mazzega, da Marchetti a Sillux, da Alt Luci Alternative a Italamp, da Panzeri a Gibas. Rifiniture artigianali modellano l'acciaio, e le moderne strutture cromate montano strass che brillano anche spenti.

Il country chic reinventa la ceramica, l'ottone anticato e il ferro battuto, in deliziosi decori fatti a mano dai migliori maestri artigiani.

Il vintage viene rivisitato in chiave contemporanea. La mania della Retrò Couture propone porcellana, bronzo, vetro soffiato e legno massello intagliato a mano, decori in foglia oro e in avorio anticato, pendagli in cristallo e paralumi dalle forme d'epoca. Da Banci, Mangani e Fumagalli, a Chelini, Masiero e Renzo del 27, fino al noto Carezzonico di La Murrina, destinato ad interni luxury. Luce d'annata, purché sia firmata.

Se l'illuminazione di marca è un bene durevole, destinato ad attraversare il tempo e le mode, il colpo di genio di Centroluce è quello di proporre illuminazione che riesca anche ad emozionare, a costi decisamente contenuti.

Via Gramsci 21, Gravina di Catania. Una prova di indubbia volontà, di passione, di entusiasmo, di successo.

Top